Home Page
  
ViewpointsContenuti Viewpoints
Florence's Hot SpotFocus ON

Florence DownloadDownloads

LINK CORRELATI

BOOKS
Go West!
VillaLina B&B
B&B a Castiglioncello
Fotografia digitale
Fotografando
Gossip News
Gossip News

Florence History

  Sei in: Home Page >> The Secrets >> Volò giù per un fulmine. Uno 'SCUDO' di reliquie

Volò giù per un fulmine. Uno 'SCUDO' di reliquie

du14c.jpgbigger image

du13.jpgbigger image


Nel 1446 la morte impedì al Brunelleschi di proseguire i lavori della lanterna, della quale aveva gettato solo le basi. L'opera fu terminata undici anni dopo da Antonio Manetti.
Mancava, però, il coronamento della palla, che fu realizzata in rame dal Verrocchio, dorata con amalgama di mercurio e messa a posto il 27 maggio 1471, come racconta il Landucci nel "Diario". C'è anche un piccolo giallo. Secondo alcuni documenti conservati nell'archivio dell'Opera del Duomo, la commissione al celebre artista sarebbe stata data in seconda battuta, dopo la cattiva riuscita di un'altra palla fusa in un unico blocco da Giovanni di Bartolomeo e Bartolomeo di Fruosino, gli autori del bottone. Probabilmente, si era rivelato impossibile applicare a quella sfera monolitica l'armatura interna e i sistemi di ancoraggio in cima alla lanterna. Il contratto con il Verrocchio prevedeva espressamente che la palla fosse costruita "d'otto pezzi". Per comprare il rame migliore, che veniva da Cipro o dall'Europa centrale, l'artista soggiornò alcuni mesi a Venezia, attendendo l'arrivo del carico giusto. Sei "pezzi di rame" furono poi inviati a Firenze su un carro, via Bologna, nell'agosto del 1469 e gli altri due in ottobre. Issata la palla sulla cima e, con essa, la croce, tutto andò bene fino al 5 aprile 1492, quando una saetta mandò giù "più ch'el terzo della lanterna". Fu l'inizio dell'inferno, perché negli anni successivi i fulmini si accanirono a più riprese sulla vetta della Cupola. Fino al disastro del 27 gennaio 1601, quando l'ennesima folgore fece cadere nella piazza la palla e la croce insieme con "infiniti marmi" che si sparsero fino a metà di via de' Servi. Il boato fu tremendo, tanto che qualcuno gridò addirittura alla fine del mondo. Ancora oggi fra la piazza delle Pallottole e il Duomo un disco di marmo ricorda il punto dove si schiantò la sfera. Alcuni sostengono che fu ricostruita un po' più grande, altri che fu soltanto restaurata. Fatto sta che la palla, pesante circa diciotto quintali, ritornò al suo posto nel 1602. La croce, invece, fu sicuramente rifatta dal maestro Agnolo Serani, con una variante "magica" rispetto alla precedente. Per volere del Granduca e dell'arcivescovo, nei bracci dorati si ricavarono due astucci di piombo. Dentro furono messi alcuni Agnus Dei - medaglioni di cera con l'immagine dell'Agnello, benedetti nella settimana di Pasqua - e reliquie di santi. Dovevano proteggere la cattedrale dalle folgori: così affermavano esplicitamente le iscrizioni latine sugli astucci. In mancanza di parafulmini, non rimaneva che affidarsi al Cielo.

CUPOLA LIVE!

dall' Archivio
DonateDonate
If you like this site,
consider that it's completely free :-)
Interesting SitesMore about us

Florence LIVE! non ha solo una webcam: utilizza un software webcam che grazie allo streming crea una live webcam. considera che è una webcam gratis di tutte le webcam italia

castiglioncello

Italia-Portal   WEBCAM LIVE!   Fotografando   Go West!   Italian Gold Trail   Castiglioncello.org    Villalina B&B   The Sims2   Gossip News VPS home page
ViewPointS Site & Content
Copyright ©1996-2017 View PointS All rights reserved.

Florence (Italy) - Contatti | Site Credits |